Politica Fiscale dello Stato

Il mantenimento di un ambiente favorevole alle attivita’ economiche scaturisce dalla disciplina fiscale. Nella Costituzione dello stato, l’Indiana ha una regola di pareggio del bilancio. Lo stato ha un pareggio di bilancio con un fondo di surplus per coprire possibili futuri anni di crisi, posizione mantenuta anche in tempi difficili come gli anni 2007, 2008 e 2009. La disciplina fiscale dell’Indiana ha avuto come risultato l’ottenimento di un rating obbligazionario AAA emesso dalle tre maggiori agenzie di rating del credito che solo altri 8 stati americani possono vantare. Nel mantenimento della suddetta disciplina lo stato ha simultaneamente attuato misure per il miglioramento del panorama economico negli ultimi otto anni.

I suddetti miglioramenti possono essere cosi sintetizzati:

——
Credito d’imposta maggiorato per ricerca e sviluppo

Offre un credito d’imposta del 15% sul primo milione di dollari per spese in ricerca e sviluppo, a valere sull’imposta statale sul reddito d’azienda, conferendo all’Indiana una delle percentuali di credito d’imposta per ricerca e sviluppo più alte del paese. (2005)

——
Major Moves (Grandi Passi)

l'Indiana è l’unico stato della nazione che ha potuto spendere la cifra record di $10 miliardi per un piano di ottimizzazione delle infrastrutture che include la costruzione e l’ammodernamento di oltre 400 strade e ponti. (2006)

——
Limiti all’imposta statale sul reddito d’azienda

In Indiana le aziende pagano le imposte statali sul reddito solo sulla porzione di reddito corrispondente alle vendite realizzate nello stato dell’Indiana, non rispetto al totale del fatturato. (2006)

——
Agevolazioni fiscali sull’imposta patrimoniale

Le tasse sul patrimonio aziendale (immobili + macchinari), il cui gettito e’ destinato alle contee, sono state ridotte di un terzo ed e’ stato stabilito un tetto limite del 3%, sancito dalla Costituzione dell’Indiana. (2008)

——
Esenzione delle apparecchiature informatiche dal calcolo dell’imposta patrimoniale

Permette alle contee di applicare un’esenzione fiscale permanente per le apparecchiature informatiche delle imprese nel calcolo dell’imposta patrimoniale. (2009)

——
Riduzione dell’aliquota dell’imposta sul reddito aziendale

L’aliquota dell’imposta statale sul reddito aziendale in Indiana verra’ progressivamente ridotta dall’8,5% al 6,5% nell’arco dei prossimi quattro anni. (2011)

——
Incentivi al Venture Capital

Il credito d’imposta sui redditi da progetti di Venture Capital e’ stato portato da $500.000 a $1.000.000. (2005 e 2011)

——
Riduzione dell’imposta sul reddito individuale

L’imposta statale sul reddito individuale e’ stata ridotta del 5%, da 3,4% a 3,23% ed e’ stata abrogata l’imposta statale di successione. (2013)

——
“Right to Work”

Il 1° febbraio 2012, l’Indiana è divenuto il 23° stato della nazione che ha approvato la legge sul cosiddetto ‘right to work’. In pratica dallo scorso anno ogni impiegato in aziende cha hanno votato l’adesione ad un sindacato avra’ il diritto di optare se iscriversi anche lui al sindacato (e pagare le quote) oppure no. Questo ridurra’ progressivamente la presenza dei sindacati in molte aziende di piccole e medie dimensioni. (2012)

Subscribe to our mailing list

* indicates required
Email Format